INGRESSO TOP A TORINO

Proseguono gli investimenti per la crescita di Banca Euromobiliare, società del gruppo Credem specializzata nel private banking, guidata dal direttore generale Giuseppe Rovani con Matteo Benetti responsabile della rete dei consulenti finanziari e dei private banker.
In particolare, con l’obiettivo di proseguire nella focalizzazione sull’offerta di servizi alla clientela su piazze selezionate e valorizzare il modello di business di Banca Euromobiliare, è stata rafforzata la struttura di consulenti finanziari coordinata dal regional manager Stefano Bisi con un nuovo ingresso.

Nello specifico si tratta di Ivan Giovanni Troglia Perolin, in precedenza senior private banker di Banca Generali – divisione wealth management (dal 2014), dopo aver trascorso 10 anni (2004-2014) in Credit Suisse e presso San Paolo Invest SIM dal 2001 al 2004. La passione per la finanza risale al 1995 quando si dedica all’attività di trader professionista fino al 2001. Troglia opererà sulla piazza di Torino, dove la banca è storicamente presente con una filiale ed un centro finanziario dedicati al private banking. Il nuovo professionista di Banca Euromobiliare ha scelto di sviluppare e consolidare le sue competenze nella boutique finanziaria del Gruppo Credem perché, con un modello di servizio distintivo consolidato in oltre 40 anni di attività nella consulenza finanziaria, è in grado di offrire elevata personalizzazione nella gestione del patrimonio e servizi di advisory senza conflitti d’interessi alle famiglie piemontesi che segue da anni.

“Abbiamo focalizzato l’attenzione sul reclutamento di professionisti con una consolidata esperienza nella gestione dei grandi patrimoni” ha commentato il responsabile della rete Matteo Benetti “Desideriamo entrare in contatto con consulenti finanziari in grado di valorizzare il nostro modello di servizio sviluppato secondo una filosofia private”.

La consulenza finanziaria di Banca Euromobiliare rappresenta una delle reti di wealth management del gruppo Credem – complessivamente 35 miliardi di euro di masse in gestione e 1.200 professionisti in tutta Italia a fine 2017 – tra loro separate anche per valorizzarne i tratti distintivi e le best practice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *